Erri De Luca, la Procura di Torino ed il secondo teorema di incompletezza di Godel.

Non so se Erri De Luca ha bisogno della mia solidarietà. Penso di no, perché uno che sceglie di mettersi di traverso alla macchina del potere riesce a fare a meno della solidarietà degli altri. Quello che ha dentro basta ed avanza.

Ma oggi Erri De Luca è stato male mentre arrampicava. E allora io sono solidale con lui.
E non perché lo scalare montagne sia stato un pezzo davvero importante della mia esistenza. E nemmeno per i troppi amici che in montagna hanno lasciato alla mia interpretazione il resto della loro vita.

Sono solidale perché sarebbe un brutto scherzo del destino se lui non potesse affrontare il suo processo. Perché lui viene processato per avere detto, a proposito della Torino-Lione, che una cosa che non va bene va fermata. Averlo detto è stata una scelta coraggiosa e per questo l’ho ringraziato, aggiungendo alle sue conoscenze nuove ragioni contro il tunnel, tali da affogare il progetto nel buon senso di un qualsiasi tecnico minimamente onesto.

Ma qui non basta aver ragione. Qui c’è un pezzo di potere, grosso e vorace, totalmente autoreferenziale. Qui c’è un processo alla fine del quale si capirà se il fatto che “nessun sistema coerente può essere utilizzato per dimostrare la sua stessa coerenza” vale anche per i giudici di Torino o se vale solo in tutto il resto del mondo quale secondo teorema di incompletezza di Godel.

Ma la solidarietà non basta, occorre fare di più. E allora posso prenotarmi per essere processato anch’io.
Dicano cosa devo fare.
Posso sottoscrivere quello che ha scritto lui. Anche se sono convinto che certe azioni siano controproducenti, posso sottoscrivere lo stesso.
Posso arrivare a dire che se firmando una delibera uno sceglie di sabotare un ospedale che salva delle vite, allora posso scegliere di sabotare la macchina che mette nelle sue tasche i soldi che lui hai tolto a quell’ospedale. Una frase che per me può valere l’ergastolo.

Tino Balduzzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...